Premessa: Le presenti condizioni generali di fornitura, di seguito “CGF”, disciplinano offerte, ordini, “ordini aperti” ed in generale tutte le attività di servizio zincatura a caldo, eventualmente con servizio trasporto incluso, rese da Zincogam s.p.a., di seguito “Zincogam”, nei confronti del Cliente.

1) Oggetto del contratto: La zincatura a caldo consiste nel rivestire i manufatti in ferro/acciaio grezzi con uno strato di zinco al fine di prevenire la corrosione in atmosfera naturale. Zincogam esegue il trattamento in conformità alle norme UNI EN ISO 1461 ed UNI EN ISO 14713 ed utilizza zinco con purezza 99,995% ex UNI EN 1179 (zinco primario).

In caso di dubbi sulla corretta predisposizione dei manufatti da zincare è vivamente consigliabile interfacciarsi con i nostri tecnici con i quali possono essere concordate anche prestazioni supplementari (es. corretta foratura del manufatto).

2) Accettazione del materiale zincato: La zincatura è un trattamento di protezione dell’acciaio dalla corrosione e non un trattamento di finitura in quanto le caratteristiche estetiche dei manufatti possono variare e presentare zone più brillanti o aree più chiare o più scure che possono alternarsi sullo stesso manufatto. Ciò dipende esclusivamente dalla reazione nel bagno di zinco dell’acciaio utilizzato.

La polvere bianca che si vede spesso sui manufatti zincati è la cosiddetta “ruggine bianca” che si manifesta se il materiale appena zincato viene stoccato in ambienti umidi e poco aerati (oppure rivestiti con cartone o pellicole aderenti): si formano così ossidi e carbonati in quantità eccessiva. La protezione dalla corrosione è comunque assicurata (UNI EN ISO 1461).

3) Tempi di lavorazione: I tempi di ritiro/consegna del materiale zincato (24/48 ore) sono indicativi e non vincolanti.

4) Prezzi: Il prezzo della zincatura è al netto dell’IVA e varia in funzione della tipologia del materiale da trattare. In generale il costo si calcola per pesatura del materiale in uscita dopo il trattamento di zincatura. In caso di manufatti con dimensioni e/o forme particolari, o con caratteristiche tali da non poter essere quotati con precisione in fase di offerta, i prezzi potranno essere a consuntivo o su campione.

Il prezziario è esposto negli sportelli vendita e, salvo modifiche intervenute durante l’anno, resta valido fino al 31 dicembre di ogni anno.

Zincogam si riserva la facoltà di aumentare i prezzi, senza obbligo di preavviso, qualora dovessero intervenire sensibili aumenti dei costi.

5) Pagamenti: In mancanza di diverse pattuizioni, il pagamento si intende per contanti al ritiro/consegna del materiale zincato. Eventuali reclami da parte del cliente, qualunque ne sia la ragione, non danno diritto a sospendere i pagamenti pattuiti.

6) Recesso e sospensione: Zincogam potrà a sua scelta recedere dal contratto o da tutti gli ordini in corso o sospendere le lavorazioni in caso di esistenza di qualsiasi indizio (mancato pagamento nei termini, procedure concorsuali, irreperibilità ecc…) che lasci presagire l’insolvenza da parte del Cliente.

7) Responsabilità del Fornitore – Termini e modalità di denuncia dei vizi o difetti della fornitura: La zincatura è di tipo industriale per cui vengono esclusi risultati estetici di pregio, mancanza di sbavature, accumuli o segni di legatura in corrispondenza dei punti di aggancio.

Il Cliente, al momento del ritiro del materiale zincato, verifica lo stato dello stesso prima del caricamento sui suoi mezzi; in caso di vizi, difetti o difformità palesi od occulte deve comunicarli per iscritto a Zincogam, a pena di decadenza, entro 8 giorni accompagnati, a pena di inefficacia, da documentazione fotografica o da equivalente modalità riproduttiva. A titolo esemplificativo ma non esaustivo nessuna responsabilità può essere attribuita a Zincogam da parte del Cliente per danni da mancato guadagno, costi di smontaggio e rimontaggio, costi di trasporto, fermo cantiere, penalità e rivalse cui il Cliente sia eventualmente assoggettato.

8) Controversie: Per ogni controversia dovesse sorgere tra le parti sarà competente, per entrambe le parti, il Foro di Lecce.

PREPARAZIONE MATERIALE

Per quanto concerne la predisposizione del manufatto da sottoporre a zincatura a caldo, la norma di riferimento è la UNI-EN-ISO 14713.

In caso di dubbi sulla corretta predisposizione dei manufatti da sottoporre al trattamento di zincatura a caldo, è vivamente consigliabile interfacciarsi con i nostri tecnici con i quali possono essere concordate anche prestazioni supplementari ( foratura, packing-list, ecc…).

Durante l’operazione di accettazione dei manufatti grezzi, è possibile rilevare l’assenza di adeguati fori di ingresso e sfiato e/o la presenza di vernice o sostanze  tipo olii, grassi, calamina ecc… che impediscono l’efficacia del pretrattamento chimico e comunque ne inficiano il risultato finale. In tal caso i prodotti non potranno essere sottoposti alla lavorazione prima della loro “idoneità” e  la zincheria informerà il cliente il quale dovrà provvedere a propria cura e spese al ritiro dei materiali non conformi, o, previ accordi, si potranno consentire interventi presso lo stabilimento.

Continuando la navigazione e l'utilizzo del sito accetti automaticamente i nostri cookies. altre informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close