1. CONDIZIONI PRELIMINARI

Il servizio zincatura a caldo, necessario per prevenire la corrosione del ferro o dell’acciaio, è eseguito in conformità alla norma UNI-EN-ISO 1461. Per ottenere una eccellente lavorazione, è auspicabile che il committente si interfacci con i tecnici dell’azienda per verificare sia il tipo di acciaio/ferro da sottoporre al pretrattamento, sia la corretta predisposizione dello stesso. In particolare, il personale addetto dovrà verificare se sono state correttamente previste le forature per ingresso e deflusso dei liquidi presenti nella fase di “pretrattamento” del processo lavorativo e dello zinco nella fase finale, o segnalare eventuali anomalie tecniche sulla struttura stessa del manufatto. L’azienda potrà concedere eventuali deroghe, approvate e sottoscritte dal committente, solo quando queste possano avere come conseguenza un lieve decadimento della qualità generale mentre non sarà mai possibile derogare dalle predisposizioni necessarie quando queste possano avere influenza sulla sicurezza dei lavoratori.

2. PREPARAZIONE MATERIALE

Per quanto concerne la “preparazione” del manufatto da sottoporre a zincatura a caldo, la norma UNI-EN-ISO 14713 è specifica per consigliare una corretta predisposizione dei manufatti. Durante le fasi di montaggio dei manufatti in scatolato/tubolare da zincare, è possibile rilevare la mancata presenza di fori di ingresso e sfiato. In tal caso i prodotti non potranno essere sottoposti alla lavorazione prima della loro “idoneità”. La zincheria informerà il cliente il quale dovrà provvedere a propria cura e spese al ritiro dei materiali non conformi, o si potrà consentire che le modifiche vengano effettuate presso la zincheria stessa dal proprio personale o, per praticità, sarà lo stesso personale della zincheria ad effettuare le necessarie correzioni (su approvazione da parte del cliente).

3. RESPONSABILITA’

Il committente, all’atto stesso della consegna dei materiali da zincare, garantisce tacitamente che tutti i singoli manufatti rispondano ai requisiti previsti dalle presenti condizioni generali di fornitura ed agli accordi definiti con la zincheria. Gli addetti preposti alla fase di montaggio del materiale possono rilevare visivamente eventuali difetti sulla preparazione dei manufatti ma non possono garantire un controllo totale quando si tratta di verificare parti interne di strutture. Lo zincatore non potrà quindi essere responsabile di eventuali anomalie di lavorazione quando queste sono imputabili a insufficiente o mancante predisposizione dei manufatti al trattamento galvanico.

4. ORDINE

L’ordine deve includere i seguenti dati:dimensioni, quantità, termine di consegna e ritiro, richiesta di emissione dichiarazioni conformità alla normativa tecnica, prezzo, modalità di pagamento, validità.

5. PREZZO

Il prezzo della zincatura a caldo si calcola sul peso del materiale “in uscita” ossia già trattato, oppure “a corpo” per determinati manufatti con caratteristiche particolari, e varia in funzione delle tipologie da lavorare. Esso è espresso in Euro per tonnellata. Qualora il prezzo non sia indicato nell’ordine o, in assenza dell’ordine stesso, il prezzo sarà quello comunemente applicato dalla zincheria secondo il listino prezzi presente negli uffici commerciali. Potete richiedere maggiori informazioni a: vendite@zincogam.it

6. TERMINI DI CONSEGNA E RITIRO

Solitamente occorrono 24/48 ore per il ritiro del materiale zincato dal giorno della consegna.

7. CAUSE DI FORZA MAGGIORE

Tutti i termini di consegna, approntamento, ritiro e/o spedizione dovranno considerarsi sospesi, e quindi non computabili ai fini dei termini contrattuali, se dovessero sopraggiungere cause di forza maggiore. In particolare saranno considerate cause di forza maggiore eventi socio-politici, disastri naturali, scioperi di categorie influenti con l’attività in oggetto, interruzione dell’energia elettrica, gravi incidenti o danni agli impianti di produzione la cui entità sia tale da impedire, di fatto, il normale svolgersi dell’attività produttiva. La parte che dovesse trovarsi in simili condizioni dovrà, nei limiti del possibile, darne immediata comunicazione all’altra parte. Qualora la causa di forza maggiore, e con essa la impossibilità a rispettare i termini di approntamento e/o consegna contrattuali, venga invocata dalla zincheria, il committente sarà libero, a suo insindacabile giudizio, di decidere se ritirare le proprie merci, anche non lavorate o se attendere la risoluzione delle circostanze intervenute; in tal caso nessuna delle parti potrà considerare l’altra inadempiente ai termini contrattuali.

8. RECLAMI

In caso di difetti sul prodotto consegnato, il cliente potrà presentare reclamo scritto entro 15 giorni dall’avvenuta consegna. Qualora fondato, il reclamo sarà preso in carico secondo quanto previsto dalla propria organizzazione interna e ne verrà data risposta al cliente.

Continuando la navigazione e l'utilizzo del sito accetti automaticamente i nostri cookies. altre informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close